Storia di un libro

TOward2030
L’arte urbana per lo sviluppo sostenibile
Copertina del libro “TOward2030” – Feltrinelli

Un incontro verso un obbiettivo comune

La scelta di Lavazza, della Città di Torino e di ASviS di trovare un linguaggio contemporaneo accessibile e universale per comunicare i Global Goals non poteva quindi che orientarsi al graffitismo. “Oggi la Città di Torino è una delle capitali indiscusse del muralismo metropolitano in Europa” ha raccontato Francesca Lavazza “una vera e propria ‘galleria a cielo aperto’, che si arricchisce di un gruppo di opere capaci di raccontare la necessità di contrastare il cambiamento climatico, rendere il nostro mondo migliore e i nostri stili di vita più sostenibili.”

Raccontare un progetto

La prima volta che ho avuto il piacere di conoscere Martha Cooper ricordo l’emozione nel trovarmi dinanzi una grande fotografa. Il progetto TOward2030 “What are you doing?” era già avviato e con il mio collega Elis Karakaci avevamo già iniziato a scattare le prime foto dei murales che si stavano realizzando per tutta Torino. Seduti nella hall dell’albergo, appena giunta da un volo internazionale, Martha non vedeva l’ora di mettersi all’opera. Guardando le foto che avevamo realizzato ricordo ancora il sorriso di Martha, che si complimentava per degli scatti di street art. La fotografa della Street Art che si complimentava con noi, era un sogno. Quello che ancora non sapevamo era che quello era l’inizio di un bellissimo viaggio.

Foto di Alessandro Genitori – Goal 3 realizzato dall’artista Gomez
Foto di Alessandro Genitori – Muro realizzato da Vesod

What are you doing?

“Le installazioni a cielo aperto di TOward 2030 ci restituiscono pensieri ed emozioni diventando un motore privilegiato di discussione sociale.”

Michele Mariani, Art Director Armando Testa

L’unico Pianeta che abbiamo


Una tela urbana per la sostenibilità

Agenda 2030


I 193 Paesi delle Nazioni Unite (compresa l’Italia) si sono formalmente impegnati a contenere gli effetti negativi del cambiamento climatico, ad assicurare il diritto di una vita duratura e in salute per tutti gli abitanti del pianeta

Goals


Preservare la biodiversità e garantire una crescita equa e inclusiva per l’intera popolazione mondiale.

Call to Action


I temi dell’educazione, della cultura e dell’informazione sono cruciali  per il raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

La Fotografa della Street Art

Seguire Martha Cooper per le vie di Torino è stato meraviglioso. Settimane ad inseguire uno scatto, un momento, la luce su un muro, la smorfia di un artista. Scoprire la sua grande passione per l’arte di strada, vederla fermarsi ad ammirare i murales della città, confrontandosi con tutti gli artisti.

“Non penso di essere un simbolo o una portavoce. Sono piuttosto sempre stata una persona curiosa e da sempre mi sono interessata a tutto ciò che viene realizzato manualmente” ha raccontato Martha nel libro “Parlando di graffiti, ho iniziato a occuparmene nel 1975, quando sono arrivata a New York. Stavo realizzando un mio progetto fotografico sui bambini che costruivano i loro giocattoli dagli og-getti che trovavano in strada. A un certo punto un ragazzino mi ha mostrato il suo blocco su cui c’erano disegni del suo nome. È stata questa la prima volta che ho capito che i graffiti e i disegni che vedevo sui muri erano dei nomi, anzi dei soprannomi. E ho voluto saperne di più…”

Martha Cooper

Ringraziamenti

Si ringraziano Charlotte Pyatt, tutti gli artisti che hanno reso possibile la nascita del progetto “TOward2030 What are you doing?” e Martha Cooper che, insieme a Alessandro G. Genitori e Elis Karakaci, con passione ne ha raccontato la storia.

Seguimi

Non perderti le ultime notizie sui miei nuovi progetti.

Mail

info@alessandrogenitori.com

alessandro.geni@gmail.com

Rimani aggiornato